Diario #9/10/11 – Quanta fatica

Diario #9  – Venerdì 23 giugno
Risultati immagini per neymar cries costarica
Qui gli Highlights: 
Bra-Crc
Nga-Isl
Srb-Sui

Il Brasile si sbarazza del Costarica (centroamericani eliminati) soltanto sul finire di un match scorbutico e difficile, che Neymar e co. interpretano male e giocano peggio.
Neymar rischia l’espulsione, simula in maniera vergognosa e poi si inventa un gol e una bicicletta che sarà spot per diversi filmati FIFA.
Costarica rinunciatario, lontano parente della squadra che stupì il mondo nel 2014.
La sensazione è che i brasiliani siano un diesel e che, trovata la quadra possano fare la differenza.

Nel pomeriggio la Nigeria si era imposta con un secco 2-0 sull’Islanda. Sigurdsson sbaglia il rigore che avrebbe potuto riaprire il match, Musa invece si inventa un gran gol (ne farà due) e mantiene vive le speranze africane.
Islanda che rischia l’eliminazione dopo il punto d’oro raccolto contro l’Argentina.

La Serbia butta via la qualificazione proprio sul finale del match con la Svizzera. Polemiche per i goal svizzeri, non tanto per la regolarità quanto per l’esultanza che Xhaka e Shaqiri mimano dopo la rete.
I serbi abbozzano per voce di Kolarov ma sanno di aver perso una clamorosa occasione.
La Svizzera dal canto suo senza incantare, mostra grandi dote, sopratutto caratteriali: nell’ultimo match, con una vittoria roboante contro Costarica, i rossocrociati potrebbero addirittura guadagnare la vetta del girone.

Diario #10  – Sabato 24 giugno
Qui gli highlights

Bel-Tun
Kor-Mex
Ger-Swe

Belgio a valanga contro la Tunisia con Lukaku sugli scudi. Attacco atomico dei belgi (8 gol in due partite) ma anche una difesa un po’ allegra.
Martinez avrà la possibilità di scegliersi l’avversario: con l’Inghilterra basterà un pareggio e sarà primo posto.
La Tunisia ha mostrato buone individualità ma per impensierire gli avversari serve ben altro: il girone era già in salita, ma la sconfitta patita contro gli inglesi in zona Cesarini ha pesato e non poco.

Il Messico va. Dopo aver sconfitto i campioni in carica, ecco la vittoria (più netta di quanto dica il risultato) contro la Corea del sud. Asiatici eliminati e possibile “condanna” per Son: il giovane virgulto del calcio coreano rischia 21 mesi di leva (obbligatoria in Corea) per non aver centrato obiettivi con la nazionale.
La Tricolor è una mina vagante. Si potrebbe addirittura profilare un incontro Messico-Brasile: mi sbilancio, in questo caso, occhio ai messicani.

Toni Kroos salva la Germania. In dieci per l’espulsione di Boateng, sotto di un gol (Toivonen), i tedeschi che non mollano veramente mai, raggiungono la vittoria grazie al centrocampista del Real che inventa una punizione meravigliosa e batte Olsson proprio allo scadere.
La Germania molto probabilmente passerà il turno come seconda del girone F e da lì in avanti il calendario potrebbe regalare match di livello assoluto: con Brasile primo nel girone e Germania seconda, agli ottavi, si ripeterebbe la finale del 2002 e la semifinale del 2014, con i brasiliani vogliosi di una rivincita.

Diario #11 – Domenica 24 giugno

Qui gli higlights
Eng-Pan
Jpn-Sen
Pol-Col

Harry Kane demolisce Panama e lancia la nazionale dei Tre Leoni. Credibile davvero questa Inghilterra, anche se i panamensi sono apparsi veramente poca cosa.
Forte in attacco, ben messa in difesa. Che sia la volta buona?
Panama è la squadra simpatia e il gol di Baloy è un meritato premio alla partecipazione: nel match con la Tunisia, la possibilità di fare i primi punti mondiali.

Pareggio spettacolare tra Giappone e Senegal. Due volte avanti gli africani, due volte raggiunti.
La sensazione è che gli africani siano la cicala del gruppo H.
Hanno sprecato una ghiotta occasione e adesso rischiano di uscire dato che nell’ultimo incontro giocheranno con la Colombia.
Se l’Africa non ride, l’Asia può guardare all’ultimo match del girone con qualche sicurezza in più: ai samurai basterà non perdere per accedere agli ottavi.

Colombia a valanga su una Polonia irriconoscibile. La squadra di Nawalka, pronosticata da molti come pericolosa outsider, dopo solo due partite è già eliminata.
James Rodriguez, Cuadrado e Falcao su tutti, Mina roccioso su Lewandowski, Quintero ad inventare: l’incidente di percorso contro il Giappone è già dimenticato.
I Cafeteros possono dire la loro.

Precedente Diario #8 - Milonga triste Successivo Diario #12 - Cristiano è uno di noi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.