L’anno del Mundial – Una doverosa premessa

Per puro divertimento e curiosità, ho deciso di scrivere una guida molto personale che mi porterà verso i Mondiali di Brasile 2014. Si troveranno spunti calcistici, come ovvio che sia, ma anche notizie e informazioni sui paesi, aneddoti personali e un pizzico di statistica che non guasta mai.
Parto a scrivere questa guida dal Brasile, paese ospitante, e proseguirò con le squadre che in ordine temporale si sono qualificate alla fase finale. Sentivo di dover raccontare tutto ciò in un blog dedicato alla manifestazione dove non si parlasse e si scrivesse solo di calcio.
I dati geopolitici relativi ai paesi sono presi da wikipedia, le notizie e le informazioni socio-economiche sono prese in rete o da spunti giornalistici e approfondimenti (molto spesso Internazionale o Sole24ore), oppure da analisi.
In ogni caso le fonti verranno citate.
I dati calcistici sono rintracciabili su FIFA.com e wikipedia e intrecciati con quelli delle Federazioni.
Spero avrete la voglia e la pazienza di seguirmi. Il blog si chiama L’anno del Mundial, non a caso e non per errore.
Per me, il Mondiale, la Coppa del Mondo, i Mondiali, la World Cup non hanno praticamente nessun significato: per me e per molti altri come me, la rassegna religiosa che si svolge ogni quattro anni, si chiama Mundial.
Come quello spagnolo del 1982.
Ovunque si giochi sarà per sempre il Mundial, non fosse altro per un mero esercizio di memoria, gioioso e malinconico ricordo dell’infanzia.
Buon divertimento.
Precedente Il pensierino della sera - L'episodio Successivo Le 32 protagoniste - Puntata no.1 - Brasile

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.