Bilbao Calling -4

imgres-1
Julen Guerrero

      

E magari morirò
di tanto amore
magari no
chi lo può dire?

Un anno e più non è uno scherzo
può renderti diverso
un anno è la fotografia
di te stesso che vai via.
Di tanto amore, Ivano Fossati

Non è un poeta basco, ma le parole del genovese Ivano Fossati sembrano scritte apposta per Fernando Llorente, ex centravanti dell’Athletic, che nell’agosto 2012 annunciò di non voler rinnovare il contratto in scadenza nel giugno 2013 accettando il richiamo delle sirene italiane.

E per tanto amore, troppo amore, Llorente, El rey leon, venne contestato dai suoi stessi tifosi che non accettarono la sua decisione, dopo nove anni, oltre 300 partite e 118 goal con la maglia rojiblanca.

E fu così che per una intera stagione il popolo basco non comprese e fischiò, protestò e contestò il numero 9 dell’Athletic.
Il presidente Urrutia annunciò che il club avrebbe mantenuto una linea rigida e che piuttosto non avrebbe intascato un solo euro, anziché cedere alla voglia di cambiamento del calciatore.
E così andò.

I baschi sono gente tosta, che non scende a compromessi, gente di parola.
Così, quando il club decise di non rinnovare il contratto a Julen Guerrero (una vita nell’Athletic), il biondo centrocampista decise che, no, non si poteva giocare con un’altra casacca e che era meglio smettere con il calcio giocato.

La riconoscenza a certe latitudini è ancora un valore.

Precedente Bilbao Calling -5 Successivo Bilbao Calling -3

Lascia un commento

*